Chi Siamo | Contattaci | Mappa | Link
Home Page
Libri
Librerie Italia p
Librerie Estero
I Siracusani
Pubblicità
I nostri autori
Novità in libreria
Comunicati Stampa
Presentazioni
Recensioni
"Tempo Libro" Nuovi Autori
M...editando
 

Calendario Eventi
marzo 2020
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31




M...editando
Il mensile on -line

Data 08/05/2007
 

A Borgorose protagonista la birra artigianale


di Italo Mastrangeli


Per chi parte da Roma raggiungere Borgorose (RI) non è difficile. Dovete percorrere l’autostrada A24 Roma-L’Aquila, attraversare i monti dell’Appennino tra Lazio e Abruzzo e uscire in prossimità Valle del Salto, la splendida valle che giace tra i monti della Duchessa che dividono la provincia di Rieti da quella dell’Aquila.  Dopo circa 1Km di statale girate a destra. Poco dopo incrocerete una strada con qualche casa qua e là, una chiesetta  e poco altro.

Quella è Borgorose.

Il paese in sé non ha niente che giustifichi un viaggio da Roma (anche se si tratta di soli 100Km), se Leonardo di Vincenzo, "romano de Roma", non avesse impiantato qui la sua “fabbrica” di birra artigianale 3 anni fa.

Un birrificio che sforna prodotti di qualità e in perfetta armonia con l’ambiente “sano” che lo circonda: terre ricche di germogli, acqua pura che attraversa i prati e aria fresca.

Da tre anni la prima domenica di Maggio questi elementi si mescolano e la “fabbrica” si trasforma in un brewpub; centinaia di persone arrivano qui dalle zone limitrofe e dalla capitale per degustare le “Birre del Borgo” sapientemente spillate da mastro Leonardo di Vincenzo.

C’è la Reale, ambrata e molto “luppolata” nell’aroma e nell’amaro; la Duchessa fatta col farro prodotto nella zona; la Castagnale, birra alle castagne; la Reporter, classica porter (quindi una “scura”) con una schiuma color cappuccino; la Keto fatta con foglie di tabacco del Kentucky e la Genziana speziata con le radici omonime. Inoltre quest’anno e in esclusiva per chi s’è fatto il viaggio, la Reale Anniversario e la 25.12: due ottime ragioni che hanno spinto alla Birreria del Borgo il noto sommelier Lorenzo Dabove, autore di alcune pubblicazioni sul tema e degustatore per Unionbirrai.

Insomma, una piacevole giornata che scorre via come un teku (n.d.r. bicchiere da degustazione) di buona birra artigianale. Ma fate attenzione: anche se la birra di qualità si degusta e non si beve per ubriacarsi è pur sempre alcolica e chi guida deve darsi delle regole.

   
 
   
Chi Siamo  |  Contattaci  |  Mappa  |  Comunicati stampa  |  Link  |  
© 2006 Editore Morrone   |  Privacy