Chi Siamo | Contattaci | Mappa | Link
Home Page
Libri
Librerie Italia p
Librerie Estero
I Siracusani
Pubblicità
I nostri autori
Novità in libreria
Comunicati Stampa
Presentazioni
Recensioni
"Tempo Libro" Nuovi Autori
M...editando
 

Calendario Eventi
marzo 2020
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31




M...editando
Il mensile on -line

Data 13/04/2007
 

di Italo Mastrangeli

Avete presente quando un ciclista impegnato in una gara getta via la sua borraccia dopo essersi dissetato? Ebbene, questo gesto così familiare sarà, almeno per un giorno, bandito in 39 città italiane e 19 città nel mondo.

Non tutti sanno che le grandi kermesse sportive finiscono per avere un impatto negativo sull’ambiente cittadino e così l’UISP in collaborazione con la Radio Rai-GR1 ha organizzato, sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica, per domenica 15 Aprile la 24^ Edizione del Vivicittà, manifestazione podistica internazionale su percorsi di 12 Km, che si svolgerà contemporaneamente a Roma, Palermo, Firenze, Taranto, Trapani, Genova, Latina e Bari solo per citarne alcune, mentre in città estere come Dakar, l’Avana, Sarajevo, Setubal, Tuzla, Tunisi e molte altre, si correrà nei prossimi giorni. 

Il Presidente dell’UISP Filippo Fossati, presentando la manifestazione nella sede Rai di viale Mazzini, ha affermato che “di fatto lo sport non è amico dell’ambiente ma può esserlo se c’impegniamo” sottolineando come oggi “negli impianti sportivi non si guarda molto all’impatto ambientale”. È infatti giunta l’ora che anche i grandi impianti sportivi inizino a sentire l’esigenza di migliorare il proprio rapporto con l’ambiente utilizzando ad esempio fonti energetiche alternative oppure prodotti biodegradabili.

In questo senso Vivicittà 2007 sarà un esempio di come è possibile fare sport senza danneggiare l’ambiente e tutto, dai bicchierini ai nastri stradali, sarà biodegradabile e ad impatto zero.

L’inizio della manifestazione è alle 10:30 e per far sentire partecipi coloro che sono ai margini della società il Vivicittà entrerà, come ormai d’abitudine, in alcuni istituti penitenziari e minorili del nostro paese con corse che si snoderanno su distanze diverse a seconda delle caratteristiche degli istituti.

   
 
   
Chi Siamo  |  Contattaci  |  Mappa  |  Comunicati stampa  |  Link  |  
© 2006 Editore Morrone   |  Privacy